banner newsletter raccolta libri trasparente

Prosegue la raccolta dei libri da destinare alla nuova
Biblioteca sociale di Figino (MI):
dona i tuoi libri del cuore in uno dei punti di raccolta,
poseremo insieme i "primi mattoni" per la creazione del nuovo spazio.

Ti aspettiamo nei nostri punti di raccolta:
  • Via Calatafimi, 10 - Milano
  • Via Rasario, 10 C - Milano (Borgo sostenibile di Figino)
Categorie di lettori: adulti, adolescenti/giovani adulti - Categorie letture: classici, contemporanei, in lingua.
Per informazioni e modalità di raccolta contattaci scrivendo una mail a: marta.ercolini@arimo.org oppure a michela.cairo@arimo.org

banner news o newsletter arimo

PROGETTO DI SERVIZIO CIVILE NAZIONALE : "SOTTO LO STESSO TETTO"
Sei un/una giovane tra i 18 e i 28 anni? Non hai mai svolto il servizio civile?
Oppure conosci qualcuno che potrebbe essere interessato...
Arimo Ti propone una grande opportunità.
Arimo Società Cooperativa Sociale (www.arimo.eu) sta cercando candidati
per la selezione di 5 volontari in servizio civile.
Cerchiamo profili diversi:
  • tre con attitudini educative per i volontari che lavoreranno presso le comunità educative per adolescenti di Arimo situate a Giussago, Pavia e Milano;
  • un profilo adatto al lavoro d'ufficio per il/la volontario/a che lavorerà nell'ufficio amministrativo di Arimo a Milano;
  • un profilo con attitudine di lavoro in un locale pubblico, per il/la volontario/a che lavorerà per il nuovo progetto di Arimo "Spiazza - biblioteca sociale con caffé" a Milano. 
Il periodo di servizio, inizierà il prossimo autunno (indicativamente ottobre 2016) per la durata di un anno, lavorando 5 giorni a settimana per una media di 30 ore.
A ciascun volontario spetta un assegno mensile di € 430.
Il servizio civile ad Arimo si svolge nell'ambito del progetto sui minori che vivono in comunità "Sotto lo stesso tetto" presentato dall'Ente "Consorzio Pavia in rete" di cui Arimo fa parte.
 
Le candidature vanno presentate entro e non oltre il 26 giugno 2017  ore 14.
 Al seguente link ecco tutte le informazioni su come candidarTi:
 

Potrai partecipare ad uno degli incontri di presentazione a Pavia l'8 o il 15 giugno o avere un colloquio preliminare conoscitivo della realtà di Arimo.

Per ricevere informazioni dettagliate sull'uscita del Bando di selezione e su come candidarsi, per partecipare ad uno degli incontri di presentazione o per avere un colloquio preliminare conoscitivo della realtà di Arimo contattare:
Margherita Calvi: 328 2721720 - margherita.calvi@arimo.org

             serviziocivile           arimo logo sfondo trasparentelogoconsorzio08     

Ecco finalmente le foto della giornata dedicata ai festeggiamenti dei 10 anni di Casa Miriam!

View the embedded image gallery online at:
https://www.arimo.eu/news.html#sigProIda8ea3dcfd2

Grazie

per aver condiviso con noi questo momento di festa e di grande gioia

per la nostra cooperativa sociale!

ARIMO logo

I festeggiamenti per il Millenario del Borgo di Figino continuano,

ecco il programma previsto per il mese di Aprile:

Appuntamenti aprile

Su "La Provincia Pavese" un articolo dedicato alla nostra comunità femminile "Casa Miriam" che compie 10 anni.

articolo casa miriam

10 anni fa veniva inaugurata Casa Miriam,
la comunità educativa femminile di Arimo.
Testa newsletter casa miriam
 
Casa Miriam è stata intitolata alla piccola Miriam, una meravigliosa bimba, figlia di una delle prime minori accolte: fin dall'apertura della Comunità femminile, Arimo si è confrontata con la specificità del lavoro educativo con le ragazze, coinvolgendosi in nuove sfide come l'esperienza dell'accoglienza di una minore – madre. 
L'avvio della Comunità è stato reso possibile dalla partnership con Fondazione UMANA MENTE  che ha sostenuto il biennio di start up con particolare attenzione alla formazione e stabilizzazione dell'équipe e all'accompagnamento educativo e psicologico delle ospiti. La Comunità è stata  inizialmente avviata in una sede provvisoria concessa in comodato d'uso dalla Cooperativa Casa del Giovane a pochi passi dal  centro storico. Dall'inizio del 2010 Arimo ha poi intrapreso il progetto di acquisto e ristrutturazione di quella che oggi è la nuova sede, situata in Via Montemaino 50 nella Frazione di Mirabello, un quartiere residenziale di Pavia ben collegato al centro, immersa nei campi del pavese.
 

E' anche grazie al vostro sostegno, che ha accompagnato il nostro lavoro 
quotidiano, che abbiamo potuto raggiungere questo importante traguardo.
Arimo cooperativa sociale

inaugurazione millenario figino

Mille anni fa sorgeva quello che oggi è il quartiere di Figino: situato nella periferia di Milano, circondato da ben tre polmoni verdi ( Parco di Trenno , Boscoincittà e Parco Delle Cave Baggio ) Figino è un quartiere in evoluzione; gli abitanti del vecchio borgo incontrano i nuovi abitanti e le nuove realtà dell'Housing Sociale partecipato, creando sinergie, condividendo momenti e storie.
Domenica 26 marzo si è tenuta l'inaugurazione ufficiale delle celebrazioni che si svolgeranno durante questo anno, tra musica, cori, rievocazioni storiche, mostre, sfilate in costume, eventi sportivi, balli, concorsi e tanto altro ancora...

Dal 2015 Arimo Cooperativa Sociale ha aderito al progetto di Housing Sociale del Borgo Sostenibile di Figino, trasferendo la comunità maschile "Terzo Spazio" e alcuni degli appartamenti educativi "Chiavi di Casa" per neo-maggiorenni e genitore-figli all'interno del nuovo complesso.
Per maggiori informazioni sul quartiere, consigliamo la lettura di questo articolo https://goo.gl/8dqPPX

Com. Abitanti Borgo - CQF Comitato Quartiere Figino - Figino Lab - Fondazione L'Albero della Vita - onlus - Cooperativa Anita Onlus - Banda Iperfaltrak - Cori Milano - Borgo sostenibile - CFU Bosco in città - Spazio Servizi Degradi - Il mio canto libero - le compagnie malviste - L'Albero che Danza - Mare culturale urbano - Mazzocchi ACD - Oratorio San Materno - Piano City Milano - CBM - Centro per il Bambino Maltrattato - Spazio Aperto Servizi - Arimo cooperativa sociale

ARIMO logo

piazza comunità dinamiche 002

Quest’annoArimo era presente a Fa' la cosa giusta! ,

la fiera dedicata al consumo critico e sostenibile.

Abbiamo condiviso questa bella esperienza,
assieme alle altre 23 realtà in Piazza Comunità Dinamiche,
vedendo una piazza animata, partecipata e colma di persone.

A77 Cooperativa Sociale , AFSW , Il Melograno Onlus - CBM - Centro per il Bambino Maltrattato , Cooperativa Anita Onlus , Azione Solidale Onlus , Consorzio Sir , La Musa cooperativa sociale , Cooperativa Dar Casa , Consorzio cooperativo QLS, DOMO lingue e culture , Fondazione Housing Sociale. , Figino Lab , OG15 , Genera Onlus , Investire SGR, La Porta Socchiusa , Mare culturale urbano , Oasi del Piccolo Lettore , Oplat - Le latterie sociali dell'Associazione Saman , Erboristeria La Camomilla sas , Quì bio prodotti biologici , TVB Gelateria Gastronomia Naturale.
Grazie agli sponsor tecnici: Jannelli&Volpi , Ravelli FloricolturaAplem srl.

Testata vieniAtrovarci

Mancano pochi giorni a Fa’ la cosa giusta!.

Il 10-12 MARZO saremo presenti alla 14ma fiera del consumo critico

e degli stili di vita sostenibile.

Ci troverete nel Padiglione 4, stand AG15 - Abitare Green come promotori dello spazio Comunità Dinamiche: l’Housing Sociale in cammino!:

Con i progetti “Cenni di Cambiamento” e “Borgo Sostenibile” si intende costruire un modello di convivenza e valorizzazione dell’abitare capace di esaltare la dimensione dell’housing, del commercio di prossimità, dei servizi alla persona e delle iniziative culturali. Una sperimentazione che senza precludere le diverse specificità degli attori coinvolti, propone una strategia di sviluppo territoriale dove pubblico e privato, profit e non-profit creano alleanze e progettualità comuni per una comunità del futuro.

E della Piazza Comunità Dinamiche:
E' possibile pensare di rivoluzionare il nostro modo di abitare? In piazza Comunità Dinamiche andiamo alla scoperta delle esperienze e delle buone pratiche sviluppate nei percorsi di housing sociale a Milano in via Cenni e Figino. Una sperimentazione sociale dove pubblico e privato, profit e non-profit creano alleanze e progettualità per una comunità del futuro. 

Vi segnaliamo in particolare alcuni momenti che si svolgeranno nella piazza:

  • Sabato 11 marzo – dalle ore 15 alle ore 16.30

“Le nuove forme di abitare come risorsa per il Welfare?

Che nesso esiste tra l’housing sociale, il co-housing, le nuove forme di abitare “solidale” con le sfide che il terzo settore sta assumendo nella ridefinizione dei confini del welfare mix? 

  • Sabato 11 marzo – dalle ore 17 alle ore 18.30

“Housing sociale: una scelta e un impegno per quali prospettive?”

Un incontro per riflettere sulla complessa sperimentazione sociale rappresentata dall’housing sociale. Opportunità, gestione dei conflitti, economie e criticità saranno al centro del dibattito.

  • Domenica 12 marzo – dalle ore 15.30 alle ore 17.30

“Quartieri in movimento. Culture di periferia a confronto”

Comitati, social street, collettivi e active citizens. Le diverse forme di organizzazione e promozione delle culture e dei territori, dallo stereotipo della periferie ad una condivisione dei processi.

Vi aspettiamo numerosi, Padiglione 4, stand AG15 - Abitare Green

Posizione Stand

Si ringraziano per la collaborazione gli sponsor tecnici 
- Jannelli&Volpi (fornitura carta da parati) - www.jannellievolpi.it
- Azienda Agricola Ravelli Cesare (fornitura di piante e verde) - www.ravellifloricoltura.com
- Aplem, pavimenti & rivestimenti (fornitura di moquette) - www.aplem.it
ARIMO logo

"DECIDERE CON LO SGUARDO AL FUTURO"
Quale Giustizia per i Minorenni e le relazioni familiari?
Lunedì 6 marzo 2017
Palazzo Marino, Sala Alessi, Piazza della Scala 2 - Milano

Parte Prima

Minuto

Apertura Lamberto Bertolé, Presidente Consiglio Comunale di Milano

5.54        Roberto Bichi, Presidente del Tribunale di Milano

19.08      Filomena Albano, Garante Nazionale Infanzia e Adolescenza letto da Liviana Marelli, Rappresentante del Coordinamento comunità di accoglienza)

23.22      Associazione Agevolando: Le richieste dei Giovani cresciuti fuori famiglia

28.30      Bianca La Monica, Già Presidente Sezione delle Persone, dei Minori, Famiglia Corte di Appello di Milano

43.24      Joseph Moyersoen, Presidente della sezione europea dell’AIMJF – Associazione internazionale dei magistrati i minorenni e per la famiglia

55.28      Luca Villa, Magistrato del TM di Milano

1.13.10   Ciro Cascone, Procuratore della Repubblica presso il TM di Milano e Presidente Sezione distrettuale “Associazione Nazionale Magistrati” di Milano

1.27.20   Grazia Cesaro, Presidente della Camera Minorile di Milano

1.45.10    Susanna Galli, Segretario Generale AIMMF – Associazione Italiana dei Magistrati i Minorenni e per la Famiglia

1.57.30    Maria Carla Gatto, Presidente del Tribunale per i Minorenni di Brescia 

Parte seconda

Minuto

4.20       Annunziata Bartolomei,Vice - Presidente CNOAS Consiglio Nazionale Ordine Assistenti Sociali

19.00    Cristina Maggia, Vice Presidente AIMMF Associazione Italiana dei Magistrati per i Minorenni e per la Famiglia

38.45    Armando Spataro, ex magistrato e procuratore della Repubblica (intervento letto da Laura De Rui, avvocato, Camera Minorile Milano)

42.30    Paolo Tartaglione, Referente “Infanzia, Adolescenza e Famiglie” del CNCA Lombardia

1.02.20 Valerio Onida, Giurista, già Presidente della Corte Costituzionale

1.26.05 Anna Maria Caruso, Garante Infanzia e Adolescenza di Milano

MILANO - 6 MARZO dalle ore 09 alle 13,30.


Vi segnaliamo un appuntamento importante per ragionare sulla riforma della giustizia minorile:

il convegno "Decidere con lo sguardo al futuro.Quale Giustizia per i Minorenni e le relazioni familiari?"

promosso dalla Presidenza del Consiglio Comunale di Milano, in collaborazione con CNCA e Camera Minorile di Milano.

Siamo davanti ad un momento cruciale per la sorte dei Tribunali per i Minorenni e delle Procure presso gli stessi:

in Senato sono stati presentati emendamenti per fermare l'abolizione,

per questo è fondamentale favorire l'informazione a cittadini e operatori sulle possibili conseguenze della Riforma.

convegno 06 marzo locandina definitiva

MERCOLEDI' 08 dalle ore 18 alle ore 20 presso Libreria Lirus 

si terrà l'incontro "La sfida educativa dell'adolescenza".

Con Lamberto Bertolé e Fabio Pizzul (primo firmatario della legge regionale di contrasto al fenomeno del bullismo e del cyberbullismo) si discuterà di adolescenti e relazioni educative.

Vi aspettiamo!

mercoledì 08

Grazie al vostro sostegno e affetto, ogni giorno, portiamo avanti i nostri progetti. Per noi e i nostri ragazzi questo è stato un anno intenso, tra laboratori, corsi e attività; nuovi servizi offerti, dallo spazio neutro agli appartamenti educativi genitore-figlio. Ringraziamo anche gli operatori che ogni giorno accompagnano i ragazzi verso l'autonomia economica, educativa e sociale, attraverso la creazione di nuovi e concreti percorsi. 

A TUTTI VOI BUONE FESTE!

Per i 25 anni Fondazione Cariplo ha voluto raccontare i progetti che sostiene ogni giorno con passione e impegno. Raccontare tutti i 30mila progetti è impossibile, per questo ha scelto alcune storie significative: per comprendere l'Housing Sociale bisogna viverlo attraverso le parole delle associazioni e degli abitanti che hanno scelto di condividere spazi, storie e progetti.

Da alcuni anni anche Arimo (minuto 4:13) ha deciso di "condividere la comunità e l'abitare", trasferendo parte dei progetti nel contesto di Housing Sociale di Cenni Di Cambiamento e del Borgo Sostenibile.

8c77542e 2099 4671 b0ff 3cb30a6532f2

Nuovo servizio di Chiavi di Casa:

Appartamenti Educativi per "Genitori-figli"

Dopo più di un anno di sperimentazione avviata con il nucleo mamma-bambina ospitato a Figino, e grazie ai benefici che un tessuto come l’housing sociale “collaborativo” può portare ai nostri ospiti, abbiamo deciso di ampliare la nostra unità di offerta con un quadrilocale a Cenni, che possa ospitare due nuclei di mamme/papà con bambini che siano in una fascia di età dai 3 ai 18 anni. L'età dei minori non dovrebbe essere inferiore ai tre anni in quanto il modello d'intervento valorizza la propensione all’autonomia, rispetto al bisogno di tutela.

soggiornoIl contesto abitativo di Cenni, ormai familiare da più di tre anni, garantisce inoltre un'ottima rete informale con alcuni abitanti, pensati come famiglie d'appoggio, che già dispongono di un proprio corredo di capacità professionali (assistenti sociali, baby-sitter, educatori, volontari esperti, avvocati giuslavoristi) unita ad una sensibilità personale favorente la condivisione. Inoltre il tessuto sociale di Cenni, permette originali sinergie con altre associazioni che si occupano di bambini, di integrazione al lavoro, di attività risocializzanti, o di saltuarie richieste di collaborazioni. Il mutuo aiuto passerà, però, non solo attraverso gli abitanti ma anche all'interno dell'appartamento tra le due mamme ospiti, creando così un “sistema” di sostegno elastico a differente grado di intensità: dall’aiuto tra pari all’interno della casa, all’aiuto di prossimità col vicino di casa “informale” o “competente”, all’aiuto professionale specialistico degli operatori del Servizio. Le mamme potranno usufruire del pacchetto completo di prestazioni professionali Arimo: dal sostegno all’inserimento lavorativo (Orientamento e Servizio Tutoring) al sostegno alla genitorialità, con anche eventuali colloqui di coppia (Servizio Famiglie), al sostegno psicologico “classico” e transculturale.

mamma bambino

L’obiettivo di un Servizio così organizzato è quello di ridurre il più possibile la distanza tra il mondo protetto dei Servizi Sociali e la realtà, così da poter meglio valutare competenze, adeguatezza e tenuta nel tempo.
Il modello di intervento “Chiavi di Casa”, unito ad un territorio naturalmente collaborativo, risulta inoltre particolarmente adatto a trattare bisogni che talvolta rientrano faticosamente nelle categorie di offerta dei servizi esistenti, e che quindi faticano a trovare risposte efficaci. Immaginiamo mamme o anche padri con figli di età prossima all’adolescenza o addirittura maggiorenni, che potrebbero condividere spazi e sostegni specialistici più adatti alla loro età, senza dover allontanarsi dai luoghi dell'abitare del genitore. Come loro, anche ragazzi neo maggiorenni da poco padri, che non possono vivere con i propri figli e che hanno grossi bisogni legati alla genitorialità o alla vita di coppia, i quali potrebbero disporre di spazi dove condividere momenti di quotidianità favorenti l'osservazione e lo sviluppo di competenze genitoriali ancora fragili.

In un sistema di offerta educativo-abitativa così variegata, noi pensiamo di poter offrire progettualità originali e tarate sul singolo caso, e che possano godere di un utilizzo sensato di luoghi flessibili, per sperimentare percorsi di avvicinamento rispetto a tematiche tanto complesse, che necessitano di gradualità e di sguardi multi-professionali capaci di intercettare singoli impercettibili occasioni evolutive, piuttosto che sbloccare situazioni di stallo, o fenomeni di regressione.

arimo news

Nell'ambito degli incontri formativi interni ad Arimo, abbiamo avuto il piacere di ospitare Stefano Zamagni, illustre economista e presidente dell'Agenzia per il Terzo Settore. Zamagni. il quale crede vivamente nell'importanza delle politiche di welfare anche nell'attuale tempo di crisi, ha illustrato la sua innovativa teoria, che attribuisce agli operatori del settore no profit un ruolo fondamentale. 

zamagnn 1Ripercorrendo le tappe vitali del Welfare - da quello di tipo capitalistico caro agli Stati Uniti, al Welfare State di Lord Beveridge, parlamentare inglese che nel 1942 rilevò il dovere dello Stato di occuparsi del cittadino "dalla culla alla bara" - si è sottolineato come entrambi i modelli abbiano dimostrato la propria fallacia. In particolare, il Welfare State ha rivelato la propria debolezza nel duplice aspetto della sostenibilità finanziaria e della standardizzazione delle modalità di soddisfacimento dei bisogni. Si comprende dunque che non il solo Stato, o in alternativa le sole imprese, debbano prendersi cura dei cittadini, bensì l'intera società. L'affermazione del Welfare Society (o generativo) s'impone necessariamente nel panorama degli addetti ai lavori come alternativa espressiva di una sussidiarietà circolare: ente pubblico, imprese  e società civile organizzata come tre sfere che interagiscono per progettare interventi e assicurarne la gestione. Il modello suddetto funzionerebbe nel modo seguente: dalle imprese private verrebbero reperite le risorse necessarie alla fornitura di servizi di welfare, mentre la vigilanza dell'ente pubblico diverrebbe fondamentale per garantire l'universalismo, evitando così l'esclusione di gruppi sociali. All'interno di questo meccanismo - e qui giungiamo alla parte per noi più interessante - il mondo del no profit (o terzo settore) occuperebbe un posto privilegiato in quanto portatore di conoscenze specifiche tramite le organizzazioni della società civile, capaci di elevare la qualità tacita. Dopo tutto, chi meglio di un'associazione di volontari potrebbe dar voce ai bisogni avvertiti in un certo quartiere della città? La conseguenza è che muta anche il ruolo degli educatori che si destreggiano nel settore no profit: da semplici operatori sotto il controllo dello Stato, a veri e propri imprenditori socialicon la possibilità di applicare senza interferenze il proprio bagaglio di conoscenze specifiche. 

Ringraziamo vivamente Stefano Zamagni per aver portato le sue idee innovative nel nostro ciclo di incontri formativi, accogliendo l'invito di Pino Varchetta. 

DOMENICA 16 OTTOBRE - DALLE ORE 10 ALLE ORE 15

Presso il Borgo Sostenibile 

in Via Rasario, 14 - Milano

zuppa della bontàevento figino

News



Voglio iscrivermi alla newsletter di Arimo

E-mail:
Antispam:

Mondo Arimo

Lavora con noi Lavora con noi euro currency sign-64Donazioni

Partner Partner user-64Volontariato

Seguici sui nostri profili social:      logo facebook arimo followus                 logo youtube arimo followus

5x1000 investimento giovani sfondo bianco arimo

Incontro presso Fondazione Marazzina - CoWooding

Fondazione Marazzina logo2