Il progetto di Arimo nasce da una riflessione su metodi e fondamenti del lavoro educativo e da un’analisi delle cause e dei meccanismi sociali che alimentano percorsi di vita bloccati, condivisa a più livelli con operatori sociali, con i servizi sociali del Ministero della Giustizia e con esperti del mondo universitario e della ricerca.

MISSION E PRINCIPI DISTINTIVI

Arimo è una cooperativa sociale che accoglie e accompagna nella crescita verso l'autonomia adolescenti, ragazzi e ragazze, italini e stranieri in difficoltà. Arimo è uno spazione di pensiero sull'azione educativa e un laboratorio di progettazione di risposte e strategie di intervento per contrastare il disagio minorile.

SBLOCCARE I DESTINI

Arimo instaura una relazione educativa che vuole rompere il cerchio di un destino già scritto da contesti sociali emarginanti o da pregresse esperienze di fallimento, maltrattamento e sopruso, per promuovere il senso di responsabilità verso se stessi e ridefinire altre profezie. Arimo vuole essere un luogo e un tempo in cui sbloccare destini e ristabilire diritti.

LIMITE ED EDUCAZIONE AL FUTURO

Arimo offre anzitutto agli adolescenti la relazione con figure di riferimento autorevoli, in grado di ristabilire l'essenziale rapportocon il limite e assumersi la responsabilità del contenimento; propone un percorso comunitario basato su regole e interventi educativi espliciti e trasparenti. Parallelamente, in una dimensione di ascolto e di accoglienza di ciascuno, Arimo vuole educare al futuro, senza ingabbiare le individualità. Per portare i ragazzi a definire la loro identità bisogna instaurare un processo di cambiamento e di apertura di uno spazio"d'immaginazione" in cui sia riconosciuta la libertà di credere in "futuri possibili" e di costruire concretamente un progetto di vita.

CENTRALITA' DEL MINORE

Il modello di presa in carico di Arimo è duttile e si fonda sulla centralità dell'individuo rispetto alla struttura: con ciascun/a ragazzo/a, dopo un primo periodo di accoglienza e osservazione, si concordano gli obiettivi personali del percorso comunitario, attraverso lo strumento del Progetto Educativo Individualizzato. Lo stesso modello educativo di Arimo è constantemente verificato e sviluppato alla luce dell'esperienza educativa quotidiana con i ragazzi e le ragazze.

DISAGIO E DEVIANZA

Le diverse forme in cui si manifesta il disagio degli adolescenti nei percorsi di crescita problematici richiedono strategie di intervento molteplici e al contempo capaci di accogliere nel complesso l'"eccesso adolescente", senza stigmatizzazioni. Le molte esperienze di cambiamento e riscatto di adolescenti a rischio mostrano che la devianza minorile non può definirsi come una "scelta" delinquenziale dei minori, poichè si origina da una realtà di difficoltà, sofferenza, fragilità, deprivazione, trasgressione, aggressività che accomuna molte situazioni di crisi e interruzione del percorso di crescita, anche se non esplose palesemente nella condotta illecita. Anche il reato, allora, deve essere ascoltato come un grido d'aiuto, una provocazione che chiede attenzione, una trasgressione oltre i limiti che, a gran voce, chiede limiti: così interpretato il reato diventa una strordinariaoccasione educativa. La deviazna si può rileggere come esperienza di "rottura costruttiva".

INTERAZIONE COL TERRITORIO

Le diverse forme in cui si manifesta il disagio degli adolesceni nei percorsi di crescita problematici richiedono strategie di intervengo molteplici e al contempo capaci di accogliere nel complesso l'"eccesso adolescende". senza stigmatizzazioni. Le molte esperienze di cambiamento e riscatto di adolescenti a rischio mostrano che la devianza minorile non può definirsi come una 2sceltas deliquenziale dei minori, poichè si origina da una realtà di difficoltà, sofferenza, fragilità, deprivazione. trasgressione, aggressività che accomuna molte situazioni di crisi e interruzione del percorso di ctrescita, anche se non esplose palesemente nella condotta illecita. Anche il reato, allora, deve essere ascoltato come un grido d'aiuto, una provocazione che chiede attenzione, una trasgressione oltre i limiti che, a gran voce, chiede limiti: così interpretato il reato diventa una straordinaria occasione educativa. La devianza si può rileggere come esperienza di "rottura costruttiva".

INTERAZIONE CON TERRITORIO

Arimo si assume la responsabilità di promuovere sollecitamente l'interazione dei ragazzi e delle ragazze con l'ambiente esterno e la realtà sociale, nonchè - quando è possibile- con le famiglie d'origine e il territorio di provenienza, per permettere loro di sperimentarsi in un contesto protetto, senza far ricadere su loro soli il rischio di fallimento.

TUTELA E ACCOMPAGNAMENTO ALL'AUTONOMIA

Arimo si pone l'obiettivo di dare una nuova risposta al problema del disagio minorile. che sia non solo tutelasnte/contenitiva, ma volta ad accompagnare concretamente i ragazzi e le ragazze nella crescita verso l'autonomia emotiva, relazionale, sociale, economica, lavorativa, abitativa. In tale ottica il Progetto Educativo pone particolare attenzione ad aiutare l'adolescente a ristabilire un rapporto con l'apprendimento e a orientarsi verso un percorso di formazione e inserimento lavorativo. Inoltre Arimo si assume il compito di seguire i ragazzi anche nella fase di uscita del percorso comunitario, accompagnandoli nei primi tempi di realizzazione dei loro progetti di vita.

RIFIUTO DELLA DELEGA

Arimo collabora con gli Enti Locali e con gli organi della Giustizia Minorile riconoscendo al Servizio inviante la titolarita. la responsabilità e il ruolo di riferimento nella progettazione dell'intervento a favore  del minore e promuovendo il costante confronto durante le fasi di attuazione del progetto educativo nel rispetto delle specifiche competenze.

COINVOLGIMENTO DELLA FAMIGLIA

Arimo tutela la relazione tra il/la ragazzo/a e la famiglia d'origine. Secondo le disposizioni dell'Ente inviante o del Tribunale, favorisce, ove possibile, l'incontro con la famiglia e l'avvio di rapporti costruttivi. Pone particolare attenzione alla messa in campo, in accordo con i Servizi Sociali, di risorse volte a promuovere una concreta revisione delle capacità di accolgienza e di crescita della famiglia in affiancamento al percorso educativo del/la tagazzo/a.

CURA DELLE RISORSE UMANE

Arimo garantisce la formazione di équipes educative multidisciplinari e di elevata professionalità e dà particolare rilevanza alla costruzione dell'équipe e del senso di appartenenza alla Cooperativa. al fine di assicurare continuità ed esperienza nell'erogazione dei servizi educativi, limitando il turn over degli operatori. Arimo sceglie di promuovere la qualità del lavoro educativo, offrendo a tutti i dipendenti la prospettiva della stabilità llavorativa (assunzione a tempo indeterminato con CCNL cooperative sociali) e la formazione. Ogni équipe educativa è supportata da un lavoro di supervisione pscilogica e pedagogica con un consulente psicoterapeuta specializzato. si offre agli operatori un percorso di formazione e aggiornamento professionale di qualità, mediante corsi di formazione esterni e interni, organizzati sulla base di analisi condivise del fabbisogno formativo. Inoltre gli operatori sono singolarmente supportati nella loro crescita professionale con colloqui indivisuali di supervisione e valutazione. Arimo promuove il volontariato, offrendo a volontari italiani e stranieri, anche il servizio civile, la possibilità di collaborare nell'attività educativa, nella progettazione e nello sviluppo della Cooperativa. Favorisce lo svolgimento di tirocini universitari e progetti di ricerca presso i servizi della Cooperativa.

ESSERE ATTORI SOCIALI

Arimo si propone infine di sollevare lo sguardo dal compito di gestione dei servizi ad essere un luogo di pensiero e innovazione sociale, di opinione e azione politica, riservandosi una attività di ricerca, di riealaborazione dei contenuti e confronto, di formazione e di progettazione che iscriva l'azione educativa quotidiana in una visione più ampia di promozione sociale: è fondamentale nell'ambito del privato sociale assumersi la responsabilità di rendersi attori sociali di riferimento, pur con l'umiltà di chi offre anzitutto un'esperienza.

News

Le news di Ubiminor

Feed not found.


Voglio iscrivermi alla newsletter di Arimo

E-mail:
Antispam:

Mondo Arimo

Lavora con noi Lavora con noi euro currency sign-64Donazioni

Partner Partner user-64Volontariato

Seguici sui nostri profili social:      logo facebook arimo followus                 logo youtube arimo followus

5x1000 investimento giovani sfondo bianco arimo

Incontro presso Fondazione Marazzina - CoWooding

Fondazione Marazzina logo2